Cala il sipario sul 13° Rally del Vermentino

News

Si è conclusa davanti a una folla di pubblico la 13° edizione del Rally dei Nuraghi e del Vermentino. Un’edizione nuova, definita “La più bella di sempre” dal presidente della Rassinaby Racing Andreino Menicucci. A trionfare è stato Maurizio Diomedi, portacolori della Porto Cervo Racing, al suo settimo sigillo su tredici partecipazioni e incoronato, ancora una volta, il re del “Vermentino“. L’avvocato di Calangianus, seguito dal fido navigatore Antonello Bosa, ha letteralmente volato sull’asfalto, imponendo il suo ritmo fin dalla prima giornata e aggiudicandosi 11 prove speciali su 12. Al secondo posto l’equipaggio composto da Salvatore Biosa e Claudio Mele della scuderia Piacenza Corse, arrivato con un ritardo di 1.52 minuti. Terzo classificato il duo Stefano Marrone e Stefano Pudda del Team Alghero Corse, arrivati con 3.04 minuti dal leader.

Ai piedi del podio, per poco meno di 5 secondi, l’equipaggio composto da Giuseppe Mannu e Angelo Medas. Quinti Caragliu-Tali, penalizzati di 1 minuto al C.O. numero 12 e arrivati a 3.51 dal vincitore.

Una corsa dura e selettiva, che ha messo a dura prova mezzi e piloti. Tanti i ritiri e tanti gli equipaggi in difficoltà durante le speciali, con il Vermentino che si è confermato gara ostica. Tantissimo il pubblico presente lungo le speciali e grande folla sia alla pedana di partenza che a quella di arrivo. A contorno della festa un caldissimo sole, che ha colorato i visi di tantissimi appassionati.

Felicissimo per la settima perla della sua storia al Vermentino, Maurizio Diomedi: “Sono felicissimo per questo successo. E’ la settimana volta che salgo sul gradino più alto di questo podio e posso dire, orgoglioso, di aver preso parte a tutte le 13 edizioni. Stavolta ho voluto provare una vettura nuova, molto performante ma che dovevo conoscere. Son partito per capire la macchina e ho cercato di dare il massimo. Mi dispiace per le uscite di Vittorio Musselli e di Giorgio Mela, il Vermentino non permette errori e alla prima distrazione sei fuori“.

Cala dunque il sipario sulla tredicesima edizione del Rally dei Nuraghi e del Vermentino. Un’edizione nuova e rinnovata, con una Rassinaby Racing più unita e carica che mai. Una manifestazione motoristica che punta sulla qualità sportiva e sulla valorizzazione dell’enorme patrimonio naturalistico ed enogastronomico del territorio che la ospita. Un nuovo inizio che guarda al futuro, con i riflettori che si spengono sull’edizione di “ieri” e si accendono già sul Vermentino del “domani”.

Classifica Finale 13° Rally del Vermentino

Vincitore 1° Trofeo Attilio Bettega: Maurizio Diomedi

Vincitore Trofeo Matteo Mannazzu: Antonello Bosa

 

 

Ufficio Stampa Rassinaby Racing

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi